Last news

L.190/12: adempimenti per la PA

31 marzo 2014

 Il Corso di Aggiornamento Professionale

“LA LEGGE 190/12: DESCRIZIONE E IMPLICAZIONI OPERATIVE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE”

 

Il corso si propone di fornire ai partecipanti una chiave interpretativa della legge 190/2012 e di delineare gli aspetti critici e metodologici per la redazione e revisione/aggiornamento del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione.

Il corso è stato accreditato dall’INPS. L’Istituto ha messo a disposizione delle borse di studio a copertura della quota di iscrizione per i dipendenti della Pubblica Amministrazione INPS Gestione Dipendenti Pubblici (ex-INPAD)

 

Piano delle lezioni

Il corso è articolato nel suo svolgimento in due principali parti:

  • la prima parte ha il fine di illustrare la legge 190/2012 e analizzarne sia gli aspetti critici che i benefici derivanti dalla sua adozione;
  • la seconda parte ha lo scopo di fornire gli strumenti applicativi da poter personalizzare sulla base delle esigenze della singola pubblica amministrazione.

Programma delle lezioni:

- La legge 190/2012: il contrasto della corruzione nella PA;

- La corruzione nella PA: gli strumenti di prevenzione nella legge 190/2012 (D.LGS n. 33/2013 e il D.LGS n. 39/2013);

- La legge 190/2012: ruoli e responsabilità (Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche (A.N.A.C.), Dipartimento Funzione Pubblica e delle Prefetture, Responsabile della prevenzione della corruzione, il ruolo dei dirigenti di settore e dei “referenti” del responsabile della prevenzione della corruzione);

- L’analisi e la gestione del rischio: Logiche di misurazione e concetti di risk management nel PNA; Analisi dei modelli e degli strumenti di gestione del rischio di corruzione; Il risk management (individuazione, classificazione, mappatura e valutazione di rischi, indicatori di rischio), Modelli di gestione del rischio e applicazioni nazionali e internazionali

- I piani triennali di prevenzione della corruzione: struttura e contenuti; procedura di approvazione (fasi e tempi); Rapporto con il PNA;

- Aspetti critici derivanti dal coordinamento tra gli strumenti di controllo interno: il piano per la trasparenza; il piano delle performance; raccordo tra D.Lgs. 150/09 e la l. 190/2012; Collegamento funzionale tra le figure di responsabile per la prevenzione della corruzione e il responsabile della trasparenza;

- La redazione del piano anticorruzione: applicazioni a concreti casi forniti dai partecipanti

Durata

Il programma del corso ha una durata di 16 giornate di 5 ore ciascuna.

Bando

Scarica il bando al seguente link: http://www.dipartimentodems.it/?attachment_id=2245

Docenti

Il corso è affidato alla responsabilità scientifica del Prof. Enzo Bivona, Università di Palermo (docente di Economia Aziendale – enzo.bivona@unipa.it).  Nel corso interverranno docenti universitari e esperti sul tema oggetto dell’intervento formativo.

Nel corso interverrano:

- Prof. Enzo Bivona, Docente di Economia Aziendale, Dipartimento DEMS, Università di Palermo

- Prof. Lorenzo Saltari, Docente di Diritto Amministrativo, Dipartimento DEMS, Università di Palermo

- Dott. Giovanbattista Tona, Magistrato, Corte di Appello di Caltanissetta

Dott. Federico Tosi, PhD ed Esperto in “Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo” d.lgs 231/2001

A chi si rivolge

Dipendenti (dirigenti e funzionari) della Pubblica Amministrazione interessati a comprendere i contenuti della l 190/2012 e delineare gli aspetti critici e metodologici per la sua applicazione nella Pubblica Amministrazione di competenza. Il corso è rivolto anche a coloro che sono chiamati ad assumere ruoli di coordinamento e responsabilità all’interno delle strutture in cui operano.

Requisiti per la partecipazione al corso:
I candidati devono essere in possesso della laurea triennale (o vecchio ordinamento) o aver maturato esperienza almeno quinquennale nella Pubblica Amministrazione.

Scadenza presentazione domande:
Le domande di partecipazione devono essere presentate entro
venerdì 30 maggio 2014 utilizzando il MODULO di PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA disponibile al termine della presente pagina.

Avviso ammessi:
I partecipanti ammessi saranno informati entro il 6 giugno 2014.

Inizio corso:
L’inizio del corso è previsto il 19 giugno 2014.

Costi e finanziamenti :
La singola quota di iscrizione al corso è di Euro 1.150,00

Borse di studio:
I dipendenti pubblici delle amministrazioni afferenti all’INPS ex-gestione INPDAP possono usufruire di una borsa di studio a totale copertura della quota di iscrizione.

Sono a carico del partecipante gli eventuali costi di viaggio, vitto e alloggio.

Possono partecipare al concorso i dipendenti della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione ex INPDAP, anche per effetto del DM 45/07, e i figli e orfani di iscritti e di pensionati della medesima Gestione.

Requisiti per la partecipazione al concorso per l’ottenimento della borsa di studio:
La partecipazione al concorso per i pubblici dipendenti è condizionata allo svolgimento di funzioni connesse, direttamente o indirettamente, ai temi formativi oggetto del corso a cui si intende partecipare, da auto dichiararsi in sede di domanda.

I figli e orfani di iscritti e di pensionati possono partecipare al concorso solo se impiegati, alla data di presentazione della domanda (con qualsiasi forma giuridica e durata) presso aziende private di settori economici connessi ai temi formativi oggetto del corso a cui si chiede la partecipazione.


Come ottenere il codice PIN per presentare la Domanda per la borsa di studio
Le domande di partecipazione per l’ottenimento della borsa di studio dovranno essere trasmesse telematicamente dal richiedente attraverso il sito INTERNET dell’Istituto (http://www.inps.it/portale/default.aspx?sID=%3b0%3b9154%3b9155%3b&lastMenu=9155&iMenu=1&itemDir=9723) sezione “Servizi per il cittadino” – Servizi ex Inpdap – Per tipologia di servizio – domande – Borse di studio/Master Executive e CUAP.

La procedura di invio della propria candidatura per usufruire della borsa di studio dell’INPS richiede una preventiva registrazione nel sito INPS e l’ottenimento del codice PIN.

Una volta effettuata la registrazione nel sito www.inps.it il PIN può essere ritirato presso uno sportello INPS oppure può essere richiesto l’invio a mezzo posta. In tal caso, il codice PIN sarà inviato dopo circa dieci giorni. Qualora il codice PIN non dovesse pervenire in tempo utile per la presentazione della domanda, il partecipante può sempre ritirarlo presso uno sportello INPS. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il call center INPS 803164.

È possibile prendere visione del bando borse di studio INPS al seguente indirizzo: http://www.inps.it/docallegati/ConcorsiEAvvisi/concorsi_welfare/bandinuovi/Documents/CONCORSI-CAP_2014.pdf

Le domande devono essere presentate entro il 30 maggio 2014.

L’INPS Gestione Dipendenti Pubblici (ex-INPAD) effettuerà controlli a campione sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive (artt. 71 e 72 del Testo Unico sulla documentazione amministrativa – DPR 45/2000). Ove risultassero dichiarazioni mendaci, falsità negli atti, uso o esibizioni di atti falsi o contenenti dati non corrispondenti a verità, i dichiaranti incorreranno nelle sanzioni penali e disciplinari previste.

Ammissione alla borsa di studio:
L’assegnazione del beneficio avverrà, con priorità assoluta in favore dei dipendenti pubblici in servizio, fino ad esaurimento dei posti disponibili, seguendo l’ordine cronologico di arrivo delle istanze. Le istanze pervenute nella medesima giornata verranno ulteriormente graduate in ordine crescente di età del concorrente (dal più giovane al più anziano).

Le graduatorie di ciascun corso di aggiornamento saranno predisposte con priorità assoluta a favore dei candidati con posto riservato dalle Aziende partner di progetto, che abbiano presentato istanza telematica di partecipazione, nel limite massimo del numero indicato alla colonna “P Partner”.

I posti liberamente messi a bando nel numero indicato alla colonna “P bando” saranno assegnati seguendo l’ordine cronologico di arrivo delle istanze. L’ammissione seguirà il mero ordine cronologico di presentazione della domanda on line, certificata dal protocollo di ricezione da parte dell’Istituto. L’assegnazione dei benefici avverrà, pertanto, fino a esaurimento dei posti disponibili, seguendo l’ordine cronologico di arrivo delle istanze.  In ogni caso, per tale criterio, non verranno ammessi i candidati NON idonei per mancanza dei requisiti di ammissione.

L’assegnazione delle Borse di Studio da parte di ciascuna Direzione Regionale INPS Gestione Dipendenti Pubblici, competente per territorio, sarà comunicata, a tutti i vincitori, dopo l’approvazione delle relative graduatorie, esclusivamente a mezzo e-mail, sulla casella indicata all’atto di domanda.  Ogni graduatoria verrà inoltre pubblicata sul sito dell’Istituto nella specifica sezione riservata al concorso www.inps.it.

Crediti formativi:
La partecipazione al corso consente di acquisire 11 crediti formativi universitari.

Per maggiori informazioni:
Contattare la dott.ssa Maria Rita Di Stefano – Tel. 091-23892515  – email: dems@unipa.it

Domanda di Partecipazione

Per inviare la domanda di partecipazione utilizzare lo schema di domanda di seguito riportato.


  1. (obbligatorio)

  2. (obbligatorio)


  3. (obbligatorio)

  4. (obbligatorio)

  5. (obbligatorio)

  6. (obbligatorio)

  7. (obbligatorio)
  8. (obbligatorio)

  9. (indirizzo email valido)

  10. (obbligatorio)

 

cforms contact form by delicious:days

< |||| > 1 2 3